Item

Interpretariato e traduzione in UE: Aspetti politici, organizzativi, economici, etici

Description

Basandosi sul rapporto Grin e sul modello indiano di multilinguismo verticale proposto da Federico Gobbo, la tesi argomenta che l’esperanto potrebbe essere una possibile soluzione per l’Unione Europea. Nel breve termine, tuttavia, una configurazione di tipo plurilingue, che riduca considerevolmente i vantaggi dei paesi anglosassoni, è più realizzabile. L’autrice si concentra particolarmente sull’uso di lingue pivot nelle traduzioni relais delle istituzioni dell’Unione Europea, sottolineando anche in questo campo “l’imperialismo linguistico” dell’inglese (Robert Phillipson).

Date
Source

Rights

Tutti i diritti riservati

Language
Coverage

AM

Item Type
Tesi di laurea
Università

Università degli Studi di Parma

Facoltà

Lettere e Filosofia

Corso di laurea

Lettere Moderne

Numero pagine

50

Citation
Francesca Fenaroli, Interpretariato e traduzione in UE: Aspetti politici, organizzativi, economici, etici, Università degli Studi di Parma, https://www.bitoteko.it/items/show/1177
ID
1177
Share
Files
Fenaroli, F_Tesi_INTERPRETARIATO_E_TRADUZIONE_IN_UE 2012 50 p..pdf