Item #967

 

Esperantaboco. Un nuovo alfabeto per l’Esperanto

Description

Tutto ha inizio dal primo verso della Genesi (11,1-9), in cui si cita “Tutta la terra aveva una sola lingua e le stesse parole”, il che mi ha portato ad indagare sulle lingue universali esistenti e arrivate fino ai giorni nostri. Trovai nell’Esperanto gli ideali di una lingua che mi hanno subito affascinato e ho deciso di fare una tesi che avesse a che fare con questa lingua. Dopo qualche breve ricerca sulla lingua e sul movimento esperantista mi sorse una domanda quasi spontanea, perché l’Esperanto usa un alfabeto latino quando esso è composto anche da lingue che usano altri alfabeti? Il mio intento è stato quello di fare il primo passo verso la realizzazione di un alfabeto che rispecchi gli ideali della lingua a cui verrebbe applicato. Più precisamente sono andata a fondere l’alfabeto latino a quello cirillico, dando le basi per ulteriori integrazioni di terzi alfabeti. Un progetto sperimentale che volge l’attenzione sulle qualità e sulle potenzialità di una lingua universale come l’Esperanto che però non vede rispecchiati i propri ideali nella forma del suo alfabeto. Problematica che ho tentato di iniziare a risolvere dando un primo impulso vitale.

Creator
Date

September 2016

Rights

Creative Commons BY-NC-ND (attribuzione, non commerciale, non opere derivate)

Language
Relatore

Bocci, Andrea

Università

Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana

Facoltà

Dipartimento ambiente costruzioni e design

Corso di laurea

Comunicazione visiva

Numero pagine

116

Citation
Rozalia Talic, Esperantaboco. Un nuovo alfabeto per l’Esperanto, Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana, 2016, accessed October 30, 2020, http://www.bitoteko.it/items/show/967
Output Formats
Social Media
Files
TalicDossier.pdf
Talic Rozalia.pdf