Item #1122

 

Il sistema linguistico dell’Esperanto e delle lingue storico-naturali a confronto: aspetti teorici e analisi di rese traduttive

Description

La tesi integra la definizione saussuriana di lingua come “sistema di segni linguistici arbitrari” con il concetto di “sistema segnico”, che considera il vero “segno linguistico” non il singolo elemento significativo, ma piuttosto il testo nel suo insieme, all'interno del quale ciascuna delle strutture linguistiche acquista un valore particolare. Un “sistema segnico” può essere analizzato da un punto di vista diacronico e può talvolta essere ambiguo, in quanto è il segno che assume un particolare valore in base al contesto. In effetti, le strutture delle lingue storico-naturali sono caratterizzate, rispetto ai linguaggi formali, dalla flessibilità. L’Esperanto è un sistema linguistico che incorpora alcune caratteristiche tipiche di un sistema segnico e altre proprie di un sistema di segni. In Esperanto ad ogni radice corrisponde prevalentemente un solo significato e il carattere storico non è ancora riscontrabile in modo netto, come in un sistema di segni. Ma, d’altro canto, il mittente non è costretto in un sistema di segni limitato, ma gode di una liberà di espressione elevata, pari a quella delle lingue storico-naturali.

Creator
Source

Date

2005

Rights

Creative Commons BY-NC-ND (attribuzione, non commerciale, non opere derivate)

Language
Relatore

Cigada, Sara

Università

Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano

Facoltà

Scienze Linguistiche e Letterature Straniere

Corso di laurea

Esperto linguistico d'impresa

Numero pagine

70

Citation
Alice Dentoni, Il sistema linguistico dell’Esperanto e delle lingue storico-naturali a confronto: aspetti teorici e analisi di rese traduttive, Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, 2005, accessed September 25, 2020, http://www.bitoteko.it/items/show/1122
Output Formats
Social Media
Files
Dentoni, Alice_Tesi_Il sistema linguistico dell'esp. ... 2005 70 p..pdf