Item #1038

 

Le lingue nella Comunità Europea con particolare riguardo all'inglese

Description

La tesi argomenta che il plurilinguismo diventa un obiettivo di vitale importanza con la prospettiva dell’abolizione delle barriere protezionistiche tra gli stati membri della Comunità Europea nel 1993. L’autrice analizza i motivi politici, ideologici e culturali che hanno indotto la Comunità Europea a non abbandonare questo principio, nonostante i suoi costi finanziari ed organizzativi. Chiedendosi fino a che punto l’inglese possa funzionare da lingua franca neutrale in Europa e quale sia invece la sua “potenza colonizzatrice”, la tesi afferma che l’esperanto sembra essere l’unica lingua artificiale potenzialmente in grado di assolvere al ruolo di lingua veicolare per la Comunità.

Creator
Source

Date

1991

Rights

Tutti i diritti riservati

Language
Relatore

Chandler, Peter

Università

Università degli Studi di Torino

Facoltà

Lettere e Filosofia

Corso di laurea

Lingue e letterature straniere moderne - Indirizzo inglese

Numero pagine

269

Citation
Marina Mazzero, Le lingue nella Comunità Europea con particolare riguardo all'inglese, Università degli Studi di Torino, 1991, accessed October 20, 2020, http://www.bitoteko.it/items/show/1038
Output Formats
Social Media
Files
Mazzero, M_Tesi_Le lingue nella CE ... riguardo a inglese 1991 264.pdf