Item #1030

 

L’insegnamento delle lingue straniere come politica pubblica: il caso italiano

Description

La tesi argomenta che le politiche linguistiche educative che favoriscono l’egemonia della lingua inglese su tutte le altre sollevano problemi di equità in termini economici (come dimostrato dal rapporto di François Grin), oltre a mettere potenzialmente in pericolo la diversità linguistico-culturale in Europa. Vi viene discusso in particolare in caso italiano. Secondo l’autrice, molti esperti ammettono il valore dell’Esperanto come soluzione ottimale ai problemi di efficienza comunicativa e linguistica nell’UE. Ma i pregiudizi che lo circondano non lo rendono una soluzione politicamente accettabile nel breve termine, nonostante il suo valore chiave nel lungo termine come ottimo alleato del multilinguismo.

Date

2011

Rights

Tutti i diritti riservati

Language
Università

Università degli Studi dell'Aquila

Facoltà

Lettere e filosofia

Numero pagine

211

Citation
Di Pietrantonio, Sara, L’insegnamento delle lingue straniere come politica pubblica: il caso italiano, Università degli Studi dell'Aquila, 2011, accessed June 4, 2020, http://www.bitoteko.it/items/show/1030
Output Formats
Social Media
Files
Di Pietrantonio, S_Tesi_L_insegnam_lingue Stranuiere in Italia 2011.pdf