Item #1025

 

Ricadute metalinguistiche dell'apprendimento dell'esperanto in alunni di scuola media

Description

La tesi di psicolinguistica evolutiva mira a valutare gli effetti dell’apprendimento scolastico dell’Esperanto sullo sviluppo di alcune abilità metalinguistiche, ossia condotte che denotano la capacità di riflettere sulle strutture e sul funzionamento del linguaggio, sia nei confronti di lingue straniere che nei confronti della lingua madre. Il campione studiato è di alunni della scuola media, che hanno seguito un corso d’Esperanto della durata di un intero anno scolastico. Nella introduzione alla ricerca Piscopo ripercorre gli esperimenti tendenti a dimostrare la propedeuticità dell’Esperanto allo studio di altre lingue, come ad esempio quelli di Padeborn o di Elisabetta Vilisics-Formaggio. La sua ricerca conferma l’ipotesi di partenza, evidenziando una superiorità nel punteggio totale dei test da parte dei soggetti che avevano studiato l’Esperanto. Questa superiorità riguarda in particolare la parte metalinguistica e tende a crescere con il tempo dedicato allo studio dell’Esperanto.

Source

Date

1999

Rights

Tutti i diritti riservati

Language
Relatore

Pinto, Maria Antonietta

Università

Università degli Studi di Roma "La Sapienza"

Facoltà

Psicologia

Corso di laurea

Psicopedagogia del linguaggio e della comunicazione

Numero pagine

116

Citation
Giuseppina Piscopo, Ricadute metalinguistiche dell'apprendimento dell'esperanto in alunni di scuola media, Università degli Studi di Roma "La Sapienza", 1999, accessed October 25, 2020, http://www.bitoteko.it/items/show/1025
Output Formats
Social Media
Files
Piscopo, G_Tesi Ricadute metalinguistiche dellapprendimento dellesperanto.pdf