Item #1011

 

Una lingua per tutti, una lingua di nessun paese. Una ricerca sul campo sulle identità esperantiste

Description

Chi sono gli esperantisti? Perché scelgono di studiare l’esperanto? Per quali ragioni si accostano al movimento? Che cosa rappresenta per loro questa lingua? Quali valori veicola? Che posizione occupa nel loro repertorio linguistico? Ma soprattutto: l’esperanto è solo una lingua? E in che modo è tuttora connotato da aspetti ideologici? A tutte queste domande tenta di rispondere questo libro, presentando gli esiti di una ricerca sul campo svolta nella comunità esperantista. Fare sociolinguistica dell’esperanto è dunque possibile, anzi, è necessario, perché per troppo tempo la letteratura, anche specialistica, del fenomeno esperanto ha trascurato la fonte della vitalità di questa lingua: i suoi parlanti.
L’opera è risultata vincitrice del Premio Giorgio Canuto 2015, per la migliore tesi di laurea in Interlinguistica ed Esperantologia, e del Premio Ivo Lapenna 2016, per la miglior tesi di laurea in Esperantologia a livello internazionale.

Source

Publisher
Date

February 2016

Rights

Tutti i diritti riservati

Language
Identifier

ISBN:8854888647

Relatore

Gobbo, Federico

Università

Università di Torino

Facoltà

Lettere e Filosofia

Corso di laurea

Scienze linguistiche

Numero pagine

568

Citation
Irene Caligaris, Una lingua per tutti, una lingua di nessun paese. Una ricerca sul campo sulle identità esperantiste, Aracne, 2016, ISBN:8854888647, accessed October 30, 2020, http://www.bitoteko.it/items/show/1011
Output Formats
Social Media
Files
Irene Caligaris copertina.pdf
Irene Caligaris SINTESI.pdf
Irene Caligaris - Indice.pdf
Irene Caligaris - Introduzione.pdf
Irene Caligaris - Capitolo 1.pdf
FRONTESPIZIO.pdf